Contenuto principale | Barra di navigazione | Menù interno | Pie' di pagina
Cerca: 

BARRA DI NAVIGAZIONE

MEN├╣ INTERNO
Torna su


CONTENUTO PRINCIPALE
Torna su

Perforazioni profonde su ghiaccio


I ghiacci polari costituiscono l’archivio naturale più dettagliato e completo della storia del clima e dell’atmosfera terrestre nelle ultime decine-centinaia di migliaia di anni, e rappresentano una risorsa di fondamentale importanza per gli studi sul “Global Change”. In particolare, le bolle d’aria racchiuse negli strati di ghiaccio dell’Antartide rappresentano l’unica testimonianza disponibile della concentrazione dei gas serra nei periodi precedenti alla metà del XX secolo, e permettono di individuare il brusco aumento di gas ad “effetto serra” nell’atmosfera associato alle attività umane (utilizzo di combustibili fossili, variazioni dell’uso del suolo, ecc.).
La sequenza in ghiaccio (“carota”) estratta presso la stazione russa di Vostok (Antartide) ha rappresentato per alcuni anni la documentazione più lunga e di riferimento della composizione dell’atmosfera del passato. Gli studi, pubblicati alla fine degli anni ’90, indicano che la carota comprende 4 cicli climatici glaciale/interglaciale, pari a circa 420.000 anni.

La scelta dei siti di perforazione è resa possibile dall’analisi dei dati RES che consentono di ottenere importanti informazioni sulla topografia del fondo e delle stratificazioni superficiali.

 

Figura 1 I siti di perforazione in Groenlandia

 

Figura 2 I siti di perforazione in Antartide

 

Pagine interne

PIE' DI PAGINA
Torna su