Contenuto principale | Barra di navigazione | Menù interno | Pie' di pagina
Cerca: 

BARRA DI NAVIGAZIONE

MEN├╣ INTERNO
Torna su


CONTENUTO PRINCIPALE
Torna su

Indici dell’elettrogetto aurorale


Gli indici dell’elettrogetto aurorale (AU, AL, AO ed AE) forniscono una misura quantitativa globale dell’attività magnetica nella zona aurorale prodotta dall’aumento delle correnti ionosferiche ivi presenti.
Questi indici sono calcolati a partire dalla variazione della componente H del campo magnetico rispetto all’andamento medio mensile registrate presso (10-13) osservatori di riferimento posizionati lungo la zona aurorale nell’emisfero nord.
In dettaglio:

  • AU (Auroral Upper) rappresenta, in ogni istante, il valore massimo della variazione della componente H del campo magnetico terrestre registrata presso gli osservatori di riferimento;
  • AL (Auroral Lower) rappresenta, in ogni istante, il valore minimo della variazione della componente H del campo magnetico terrestre registrata presso gli osservatori di riferimento;
  • AO= (AU + AL )/ 2;
  • AE= AU – AL. 
Osservatori geomagnetici utilizzati per il calcolo degli indici dell’elettrogetto aurorale.

Fisicamente:

  • AU è una misura dell’intensità dell’elettrogetto aurorale verso est (EEJ) il quale circola nel lato giorno dell’ovale aurorale ed è accoppiato con le correnti della magnetopausa. AU è una misura della risposta diretta della magnetosfera alle variazioni del mezzo interplanetario.
  • AL è una misura dell’intensità dell’elettrogetto aurorale verso ovest (WEJ). Quest’ultimo si intensifica nel corso delle sottotempeste e quindi AL costituisce un buon modo per seguire l’evoluzione di una sottotempesta.
  • AO fornisce una misura della corrente zonale equivalente.
  • AE riflette l’effetto integrato di differenti sistemi di correnti e quindi esprime l’attività dell’intero elettrogetto aurorale.
Elettrogetto aurorale verso est (EEJ) e verso Ovest (WEJ).

I valori al minuto degli indici dell’elettrogetto aurorale (AU, AL, AO ed AE) sono calcolati dal “Data Analysis Center for Geomagnetism and Spacemagnetism” WDC-C2, mentre grafici dettagliati e tabelle sono disponibili su una serie di libri pubblicati dal “World Data Center C2 for Geomagnetism”.

Pagine interne

PIE' DI PAGINA
Torna su