Contenuto principale | Barra di navigazione | Menù interno | Pie' di pagina
Cerca: 

BARRA DI NAVIGAZIONE

MEN├╣ INTERNO
Torna su


CONTENUTO PRINCIPALE
Torna su

Sistemi di Comunicazione


Due sistemi di comunicazione indipendenti sono stati inizialmente svilulppati per gli osservatori di tipo GEOSTAR.
Il primo consiste in una serie di capsule galleggianti alloggiate nell’osservatorio, chiamate "Messengers" (MES), e in grado di immagazzinare dati al loro interno. I "Messengers" vengono rilasciati inviando un comando acustico dalla superficie o automaticamente, quando la la memoria interna è piena o in condizioni di emergenza. Esistono due tipi di Messengers: a) "expandable" con capacità di 64 Kbytes che contiene informazioni sullo stato dell’osservatorio; b) "storage" con capacità di 40 Mbytes contenente dati acquisiti dall’osservatorio. Una volta giunte in superficie le capsule, attraverso i satelliti ARGOS, possono trasmettere la loro posizione e inviare limitate quantità di dati.

A Sinistra: i due tipi di Messengers. A Destra: l’alloggiamento dei messengers a bordo dell’osservatorio GEOSTAR; sono visibili le antenne delle capsule galleggianti

 

 

 

Il secondo sistema di comunicazione si basa su un collegamento acustico bi-direzionale verticale tra l’osservatorio sul fondo marino e una nave appoggio o una boa ancorata sul fondo, equipaggiata con un’unità di telemetria e un trasmettitore radio (o satellitare) che assicura le comunicazioni in tempo quasi-reale con una stazione a terra.

 

 

 

 

 

 

Recentemente è stato resa possibile anche la comunicazione via cavo con una "Bottom Station": infatti è stata realizzata un’ interfaccia ("junction box") che consente il collegamento tra un osservatorio sottomarino e un cavo elettro-ottico collegato ad una stazione a terra.

 

 

 


Tale sistema è stato sperimentato con il primo osservatorio sottomarino europeo funzionante in tempo reale, NEMO-SN1, nell’offshore della Sicilia Orientale. Quest’area è stata definita idonea ad ospitare un nodo dellla futura rete sottomarina europea, delineata nell’ambito dei progetti europei ESONET-CA e ESONET NoE, e inserita nel progetto EMSO.

 

Sistema di comunicazione via cavo a fibre elettro-ottiche realizzato per l’infrastruttura di ricerca sottomarina NEMO-SN1 al largo delle coste della Sicilia

 

Pagine interne

PIE' DI PAGINA
Torna su