Contenuto principale | Barra di navigazione | Menù interno | Pie' di pagina
Cerca: 

BARRA DI NAVIGAZIONE

MENĂ¹ INTERNO
Torna su

Ti trovi qui: Home \ Osservatori Ionosferici \ Osservatorio Ionosferico di Tucumán

CONTENUTO PRINCIPALE
Torna su

Osservatorio Ionosferico di Tucumán


Latitudine: 26.9° S, Longitudine: 294.6° E (San Miguel de Tucumán, Argentina)

La stazione ionosferica di Tucumán è situata nella citta di San Miguel de Tucumán, circa 1.200 km a nord-ovest di Buenos Aires, in Argentina. Riveste un ruolo particolarmente importante sia per la sua posizione nei pressi del picco meridionale dell’anomalia equatoriale, sia per essere una delle poche stazioni di monitoraggio ionosferico presente nel cono sudamericano. Alla fine del 2014, la stazione è stata spostata al campus FACET-UNT (Universidad Nacional de Tucumán) da FRT-UTN (Universidad Tecnológica Nacional), il posto dove era in funzione sin dalla sua fondazione. 

La stazione ionosferica è ospitata nella Facultad de Ciencias Exactas y Tecnología (FACET) della Universidad Nacional de Tucumán (UNT) in collaborazione scientifica con la Facultad Regional Tucumán-Universidad Tecnológica Nacional (UTN). La Universidad Nacional de Tucumán ha dimostrato fin dall’anno geofisico internazionale del 1957 un grande interesse per gli studi ionosferici e le osservazioni sperimentali. Per questa ragione è diventata, nel campo ionosferico, un punto di riferimento costante per tutto il cono sudamericano.

Universidad Nacional de Tucumán

Durante la collaborazione scientifica italo argentina patrocinata dall’Istituto Italo Latino Americano (IILA) è stata ripristinata nell’agosto 2007 la stazione ionosferica in Tucumán. E’ stata installata prima alla FRT-UTN ed alcuni anni dopo è stata spostata nella FACET-UNT.

Targa di fondazione della stazione ionosferica di Tucumán.

L’apparato di sondaggio è costituito da una ionosonda AIS-INGV. Gli ionogrammi  sono interpretati in tempo reale dal software di interpretazione automatico Autoscala che invia i risultati dell’elaborazione effettuata sulla traccia sperimentale ad un server dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma. 

Ionosonda AIS-INGV

Il sistema di antenne, progettato all’INGV e realizzato da ingegneri argentini, è costituito da due antenne delta poste su piani ortogonali istallate su un unico traliccio strallato. 

Sistema di antenne

 


 


PIE' DI PAGINA
Torna su