Contenuto principale | Barra di navigazione | Menù interno | Pie' di pagina
Cerca: 

BARRA DI NAVIGAZIONE

Roma2 in Numeri

  • 113 Dipendenti, di cui
  • 54 Precari, divisi in
  • 8 Unità sono attivi in
  • 38 Tematiche sotto
  • 8 Aree di Ricerca.
  • 50 Risorse sviluppate e
  • 192 Progetti assegnati.
  • 1 Ricerche.
  • 3 Gallerie Foto Video.
  • 3 Rassegne stampa.

INGV Comunicazione

Contatti

  • Telefono:
    +39 06.51860318
  • Fax:
    +39 06.51860397
  • E-mail PEC:

Ti trovi qui: Home \

CONTENUTO PRINCIPALE
Torna su

INGV Sezione Roma2


Geomagnetismo, Aeronomia e Geofisica Ambientale

La Sezione Le attività geofisiche svolte all’interno dell’INGV riguardano principalmente la sismologia e la vulcanologia. Una buona parte delle restanti attività geofisiche vengono svolte all’interno dalla Sezione Roma2 che si distingue così per la sua connotazione multidisciplinare.
La Sezione ha inoltre una spiccata attitudine alla progettualità, una attiva componente di servizio e di consulenza per le istituzioni dello Stato e per le organizzazioni internazionali. Collabora infatti con le forze dell’ordine per indagini ambientali e per il rispetto di trattati internazionali (CTBT).
La sezione ha anche una importante componente di monitoraggio, gestisce infatti osservatori geomagnetici e ionosferici e stazioni di misura multi-parametriche sparse su tutto il territorio nazionale, sia su terraferma che in mare. Le attività svolte dalla Sezione spaziano dalle misure elettriche, magnetiche ed elettromagnetiche (misure ambientali sul territorio di tipo geoelettrico e geomagnetico, di radar-glaciologia ed analisi spettrali dell’alta atmosfera) alle misure gravimetriche e di radioattività naturale e “manmade” sul terreno e sulle varie matrici solide e fluide.
Inoltre, durante il 2016, la Sezione ha dedicato parte del proprio personale per fornire il proprio contributo nell’applicazione di tecniche multi parametriche in attività di monitoraggio vulcanico previsto dall’Allegato A alla Convenzione con il Dipartimento della Protezione Civile. Tutte queste attività formano una ricca base dati utile alle numerose attività di ricerca che la Sezione effettua in collaborazione con le principali istituzioni di ricerca straniere, in special modo europee, ed in sinergia con le università nazionali. Con queste ultime la Sezione collabora anche attraverso la formazione di studenti di laurea magistrale e di dottorato.
Inoltre, il laboratorio di paleomagnetismo è incluso nella roadmap nazionale delle infrastrutture di ricerca e in quella Europea di ESFRI, tramite la partecipazione ad EPOS (European Plate Observing System), che è entrato nella fase di implementazione.

Le attività scientifiche Le attività scientifiche della Sezione Roma2 coprono un ampio spettro di temi legati alle scienze geofisiche. La nostra ricerca si concentra sullo studio del geomagnetismo e del magnetismo delle rocce nelle varie applicazioni, sulle osservazioni sistematiche dello spazio e dei fenomeni ionosferici che forniscono la propagazione radio e servizi meteo, sulle indagini geofisiche ambientali , sugli studi marini multidisciplinari e, infine, sulle misure elettromagnetiche e monitoraggio. Tale vasta gamma di discipline tematiche definisce la missione eterogenea e peculiare della nostra sezione rispetto ai compiti svolti dagli altri dipartimenti INGV dedicati principalmente alle scienze della terra solida.

Sedi Le risorse di personale ed infrastrutturali della Sezione si distribuiscono su varie sedi del territorio nazionale, Catania, Gibilmanna, Palermo, Roma, L’Aquila e Portovenere (SP).

In Evidenza

Modelli Ionosferici
Tematica dell’Area di Ricerca: Ionosfera (Aeronomia)

La ionosfera costituisce un mezzo naturale che può essere utilizzato per comunicare in banda HF su grandi distanze. Ma affinché le comunicazioni siano mantenute affidabili, bisogna conoscere bene come variano le condizioni ionosferiche nel tempo e nello spazio lungo il percorso delle onde radio. Per questo motivo all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sono stati sviluppati diversi modelli capaci di descriv...

Unità:
UF Osservatori Ionosferici e di Rilevamento Elettromagnetico
Risorse:
AIS - AIS-2 - Autoscala - La probabilità di osservare lo strato ionosferico F1 e la condizione L - Osservatorio Ionosferico di Gibilmanna - Osservatorio Ionosferico di Roma - Osservatorio Ionosferico di Tucumán - Osservatorio Ionosferico Stazione Mario Zucchelli
Progetti:
CVS - CENTRO STUDIO VARIABILITA DEL SOLE - PNRA 2004 5.2 - PNRA 2004 5.5

Cerca








PIE' DI PAGINA
Torna su